Karl Fairburne e il suo fucile da cecchino sono sinonimo della seconda guerra mondiale e della battaglia contro i nazisti. I giocatori devono chiedersi cosa potrebbe portare Rebellion nell’era ora che abbiamo raggiunto la quinta puntata del franchise. La nostra recensione di Sniper Elite 5 trova un gioco che ha livelli più grandi che sono ancora pieni di obiettivi opzionali e collezionabili, alcuni dei quali sono nuovi. C’è anche un’ampia personalizzazione delle armi e un albero delle abilità migliorato. Tuttavia, la più grande innovazione è la modalità Infiltrazione che mette i giocatori l’uno contro l’altro nel caos della campagna, ed è qui che il gioco brilla davvero.

L’anno è il 1944 e in questo momento Karl è in Francia. Sta prendendo parte a un’operazione segreta dei Rangers statunitensi per entrare in contatto con la Resistenza francese. Con il loro aiuto, deve indebolire le fortificazioni di Atlantikwall sulla costa della Bretagna e lasciare aperte agli alleati l’attacco. Nel processo, tuttavia, scoprono un progetto nazista segreto chiamato Operazione Kraken, e questo ha il potenziale per porre fine alla guerra a favore delle forze dell’Asse. E indovina chi deve fermare quella trama?

Un campo di battaglia spalancato

La sua missione conduce i giocatori attraverso livelli individuali ambientati su grandi mappe simili a quelle viste in Sniper Elite 4. Ci sono più punti di infiltrazione da individuare e sbloccare, ciascuno di cui può dare una svolta diversa alla missione. Anche Rebellion si è avvicinato alla verticalità in un modo nuovo, aggiungendo la possibilità di arrampicarsi e utilizzare le linee zip al repertorio di Karl anche se la sua capacità di salire le scale è ancora terribile. Oltre agli obiettivi basati sulla trama, ci sono più obiettivi opzionali e tutti possono essere affrontati in qualsiasi ordine. Uno di questi è il nuovo Kill Targets con sfide associate per ucciderli in un certo modo, che a volte ti farà fermare e pensare più attentamente al tuo approccio. Tuttavia, questo è tanto diverso quanto diventa quando il 99% degli altri bersagli viene colpito, fatto saltare in aria o abbattuto di nascosto.

Ogni mappa ha anche oggetti collezionabili da trovare, comprese le aquile di pietra che sono difficile da trovare come sempre. Una novità di Sniper Elite 5 sono i banchi di lavoro che possono essere utilizzati per personalizzare ampiamente qualsiasi fucile, pistola o arma secondaria che un giocatore ha già sbloccato. Praticamente ogni parte può essere sostituita, inclusi mirini, scorte, canne, caricatori e persino materiale per armi. Karl ha anche il suo sistema di abilità migliorato. Azioni come uccidere nemici, completare obiettivi e trovare oggetti collezionabili guadagneranno XP campagna per fargli salire di livello. Questa volta le sue abilità sono racchiuse in tre ruote delle abilità per Combattimento, Equipaggiamento e Corpo. I giocatori possono scegliere in quale ordine vogliono sbloccare le abilità a seconda del loro stile di gioco. A differenza dell’ultimo gioco della serie, nulla è bloccato per sempre in quanto ci sono abbastanza punti abilità per sbloccare tutto.

Uno dei marchi di fabbrica di Sniper Elite è la kill cam a raggi X che fa il suo ritorno in tutte le sue macabra gloria. Questa volta è stato migliorato per vedere l’intero macabro effetto sugli organi sotto le ossa che stai frantumando in molti pezzi. I teschi esploderanno in vari modi, gli organi verranno fatti a pezzi e c’è sempre la possibilità di vedere una vasectomia in tempo reale. Mitragliatrici e pistole possono anche attivare le kill cam, sebbene i loro proiettili vengano spesso sparati a distanza ravvicinata portando a kill cam che si esauriscono troppo rapidamente. Anche le aquile di pietra hanno la loro kill cam.

Rebellion ha utilizzato la fotogrammetria per catturare luoghi del mondo reale da utilizzare all’interno del gioco e questo ha portato a un ambiente bello e diversificato, sebbene incline a scoppiettare in. Sfortunatamente non si può dire lo stesso per le animazioni dei personaggi in cui le espressioni sono spesso di legno e i movimenti dei nemici sono artificiosi. Alcuni nemici rimarranno persino bloccati nell’ambiente o radicati sul posto. La capacità di un ufficiale non solo di fondersi in un muro, ma poi di spararci attraverso, ha quasi posto fine a una missione nel bunker.

Un’esperienza non del tutto fluida

In effetti, il gioco è pieno di bug sia minori che maggiori. In una posizione, il mio partner cooperativo è rimasto bloccato nell’animazione di ricarica con la sua arma secondaria e non ha potuto usarla per il resto della missione. È anche rimasto bloccato sul posto dopo aver ricaricato un salvataggio perché stava cercando oggetti su un cadavere quando è entrato in funzione il salvataggio automatico. Da parte mia, Karl una volta ha inspiegabilmente spremuto un varco largo al massimo un pollice invece di scavalcarlo; qui è rimasto bloccato sotto una rampa e la mappa stessa. Il peggio è stato quando il punto di esfiltrazione non si è materializzato alla fine di una missione perché il presunto Kill Target opzionale era scomparso dalla mappa. Ognuno di questi ha forzato un ricaricamento del salvataggio o un riavvio della missione. Onestamente non posso consigliare un gioco autentico fino a quando i bug non vengono risolti a meno che tu non ti diverta a provare esperienze frustranti.

L’intera campagna può essere giocata ancora una volta con un partner cooperativo, solo che questa volta il la meccanica è stata migliorata. I giocatori ora possono condividere munizioni e altri oggetti, oltre a curarsi a vicenda. C’è anche un gioco incrociato completo tra tutte le piattaforme e questo ha funzionato perfettamente. Mentre il gioco cercherà automaticamente i giocatori cooperativi sulla tua piattaforma, c’è la possibilità di condividere i codici con gli amici per invitarli invece da altre console. Sfortunatamente le kill cam non funzionano altrettanto bene, con l’altro giocatore che viene strappato dalla sua azione senza preavviso per guardare la tua kill cam e viceversa.

Ci sono diverse modalità multiplayer competitive che possono ospitare fino a 16 persone giocatori, oltre a una modalità Sopravvivenza a quattro giocatori in cui affronti ondate di nemici. Nessuno di questi porta nulla di nuovo in tavola, ma la nuova modalità Invasione si distingue dal resto. Ovviamente, le invasioni del gioco non sono una novità, ma la possibilità di invadere la campagna di un altro giocatore come cecchino dell’Asse e aiutare i nemici dà una nuova svolta al solito procedimento. D’altra parte, Karl ha un nuovo nemico che non è così facile da trovare o ingannare. Il gioco del gatto e del topo probabilmente farà tornare i giocatori più e più volte.

Recensione di Sniper Elite 5: il verdetto finale

Sniper Elite 5 fa piccoli tentativi di innovazione ma non abbastanza per impediscigli di essere un concorrente abbastanza sicuro nel franchise di Sniper Elite. La killcam migliorata, l’ampia personalizzazione delle armi e i migliori alberi delle abilità aiutano a migliorare l’esperienza su Sniper Elite 4. I giocatori si divertiranno senza dubbio a vagare per i grandi campi di battaglia della Francia finché riusciranno a superare i bug minori, anche se potremmo farne a meno che può fermare un playthrough nelle sue tracce. Mentre le modalità multiplayer standard e la modalità Sopravvivenza terranno i giocatori occupati per un po’, la modalità Invasione è ciò che farà tornare i giocatori di più.

7.5 Ampia personalizzazione delle armi Albero delle abilità migliorato La modalità Invasione non invecchia mai I movimenti di Karl sono ancora goffi Molti bug, sia minori che a fine corsa

Categories: IT Info