Amministratore delle licenze HDMI rivelato un aggiornamento delle specifiche HDMI 2.1a. I cavi HDMI 2.1a che sono più lunghi e di solito perdono o impiegano più tempo per trasmettere i dati sono ora elencati come supportati nella funzione di alimentazione del cavo HDMI.

HDMI 2.1 ottiene maggiore accessibilità per i cavi più grandi con un recente aggiornamento

Dal sito Web dell’amministratore delle licenze HDMI —

Svelati i case per PC mid-tower NZXT H7 ATX: mirano a offrire un flusso termico eccezionale e un facile accesso ai componenti interni

Alimentazione via cavo HDMI®

HDMI 2.1a, l’emendamento 1 aggiunge una nuova funzionalità: alimentazione via cavo HDMI. Con questa funzione, i cavi HDMI® attivi possono ora essere alimentati direttamente dal connettore, senza collegare un cavo di alimentazione separato. Ciò rende il collegamento e l’utilizzo di cavi HDMI attivi facile come l’utilizzo di cavi HDMI passivi cablati. Per utilizzare la funzione di alimentazione via cavo HDMI, è necessario disporre di un cavo HDMI che supporti la funzione di alimentazione via cavo e anche un dispositivo sorgente HDMI che supporti la funzione di alimentazione via cavo. Questa combinazione garantisce che il cavo HDMI attivo possa assorbire in modo sicuro una corrente sufficiente dal connettore HDMI per alimentare i suoi circuiti interni.

Nel caso del cavo HDMI® ad altissima velocità, i requisiti di prestazioni sono così elevati che è è probabile che l’unico modo per soddisfare i requisiti di velocità ultra elevata in cavi più lunghi di pochi metri sia tramite cavi HDMI attivi e alimentati. Pertanto, Cable Power è stato aggiunto per supportare le velocità più elevate della specifica HDMI 2.1a fornendo alimentazione a quei cavi attivi che potrebbero averne bisogno per funzionare correttamente. Sebbene i cavi HDMI attivi siano stati precedentemente ampiamente utilizzati nei mercati professionali, il loro utilizzo aumenterà ora in casa ogni volta che i consumatori necessitano di cavi HDMI ad altissima velocità di lunghezza maggiore.

Il collegamento è lo stesso di un normale,”cavo HDMI cablato”, ad eccezione del fatto che i cavi attivi possono essere collegati solo in una direzione: un’estremità del cavo è specificatamente etichettata per il collegamento al dispositivo sorgente (trasmittente) e l’altra estremità del cavo deve essere collegata al sink (ricezione ) dispositivo. Se il cavo è collegato al contrario, non si verificheranno danni, ma la connessione non funzionerà.

I cavi HDMI con cavo HDMI Power includono un connettore di alimentazione separato da utilizzare con dispositivi sorgente che non supportano il cavo HDMI Funzione di alimentazione. In genere, questi connettori saranno USB Micro-B o USB Type-C®, ma possono essere utilizzati diversi tipi di connettori di alimentazione. Poiché sempre più dispositivi sorgente aggiungono il supporto per l’alimentazione via cavo HDMI, questi cavi più lunghi offriranno praticità in soggiorno insieme a video audio home theater affidabile e ad alte prestazioni.

Cosa significa questo per utenti?

Questa nuova funzionalità consentirà ai cavi attivi di ottenere più potenza dal dispositivo sorgente senza bisogno di cavi di alimentazione aggiuntivi per promuovere questa capacità. Pertanto, i cavi la cui lunghezza misura circa due metri non richiedono un’altra fonte di alimentazione.

I cavi più lunghi per qualsiasi dispositivo soffrono sempre di perdita di alimentazione o stabilità dei dati quando si utilizzano altri prodotti. Con i cavi HDMI 2.1 che offrono velocità di larghezza di banda fino a 48 Gbps, questo nuovo aggiornamento aumenterà il supporto della tecnologia più recente e manterrà l’HDMI 2.1 nel nuovo standard per i dispositivi.

L’alimentazione del cavo HDMI non solo migliora i dati fluiscono attraverso cavi più lunghi ma la tecnologia e lo scopo non cambiano. I dispositivi inizieranno a supportare i nuovi cavi 2.1 nel prossimo anno.

I produttori presenteranno i nuovi cavi HDMI 2.1 con connettore USB Type-C o Micro-B per i dispositivi che attualmente non supportano l’ultimo aggiornamento.

Fonti di notizie: Overclock3D, Amministratore HDMI

Categories: IT Info